News

23-03-2020 San.Arti. - misure straordinarie per affrontare emergenza covid-19

SAN.ARTI. ha predisposto misure straordinarie per affrontare l’emergenza covid-19 e contrastare gli effetti drammatici che produce sulle persone, sul sistema sanitario e sull’economia. Si tratta di uno stanziamento di risorse molto importante che va nella direzione di aumentare sempre più il sostegno fornito a lavoratori ed imprese e che, nello specifico, consiste in: - sospensione dei versamenti a SAN.ARTI. da parte delle imprese aderenti al Fondo, come è previsto anche per la contribuzione obbligatoria;- Rimborso delle franchigie versate dagli iscritti per prestazioni effettuate dal 24 febbraio 2020 al 31 di ottobre 2020 rivolgendosi alla rete convenzionata UniSalute;- Indennità straordinaria a tutti gli ISCRITTI (dipendenti e volontari) che dal 24 febbraio al 30 giugno 2020 risultino positivi al virus COVID-19, di 40 euro per ogni notte di ricovero per un periodo non superiore a 50 giorni; di 30,00 euro al giorno per un periodo non superiore a 14 giorni all’anno in caso di isolamento domiciliare;- Indennità straordinaria per TUTTI I TITOLARI di aziende che versano al Fondo SAN.ARTI. e che dal 24 febbraio al 30 giugno 2020 risultino positivi al virus COVID-19, di 40 euro per ogni notte di ricovero per un periodo non superiore a 50 giorni; di 30,00 euro al giorno per un periodo non superiore a 14 giorni all’anno in caso di isolamento domiciliare. SAN.ARTI. ha inoltre deciso, quale atto concreto di solidarietà del mondo artigiano a sostegno del Sistema Sanitario Nazionale, di donare 1 milione di euro alla Protezione Civile per l’acquisto di materiale sanitario ed attrezzature ospedaliere. Nei prossimi giorni seguiranno ulteriori comunicazioni in merito alle modalità di presentazione delle domande e di erogazione delle prestazioni.

19 aprile 2019 Soddisfazione da LIA Bergamo per i nuovi contributi Edilcassa

  Un accordo che tutela e garantisce tutte le parti, introducendo contributi per imprese e lavoratori, con un'attenzione particolare ad un'eccellenza edilizia della provincia di Bergamo, quella artigiana.   LIA Bergamo è orgogliosa di aver contribuito ad un risultato importante, in grado di aiutare concretamente tutti gli attori coinvolti, in ossequio alla natura bilaterale di un ente votato al benessere e alla competitività dell'intero comparto edile. Per le imprese, i contributi riguardano l'innovazione e la digitalizzazione, l'acquisto di beni strumentali e non solo. Per i lavoratori sono previsti contributi al conseguimento delle qualifiche, per l'acquisto della prima casa, o ancora per l'assistenza fiscale.   Dopo aver scommesso sulla bilateralità come strumento fondamentale per sostenere il settore in un momento difficile, con lo stanziamento di 800.000 euro, è arrivata anche la definizione degli ambiti d'intervento. Particolare attenzione è stata posta sull'innovazione tecnica e tecnologica con l'intento di innescare un circolo virtuoso che aiuti le aziende a rafforzarsi nell'ottica di un futuro sempre più prossimo.   Nel dettaglio, l'accordo finale prevede: Contributi alle imprese per l'innovazione digitale e per gli investimenti in beni strumentali Premi per le imprese che aderiscono al servizio di sorveglianza sanitaria Premi all'impresa e ai lavoratori in occasione del conseguimento della qualifica da parte dell'apprendista Premi una tantum per fedeltà iscrizione alla Edilcassa Contributi per la stipula di mutui ipotecari per acquisto, ristrutturazione e costruzione della prima casa Contributi per spesa assistenza fiscale del CAAF nella compilazione del 730/2019   Oltre ad essere un passo avanti per tutto il settore, l'accordo finalizza gli sforzi portati avanti dalle parti sociali sotto la guida del Presidente Angelo Marchesi, e il completamento di un percorso nel segno dei valori dell'impresa artigiana che lo vedrà ora concentrarsi sul ruolo di Presidente della Categoria Edilizia di LIA.   Per informazioni e dettagli sui contenuti dell'accordo, è possibile contattare ilaria.lecchi@liabergamo.org