Benvenuti nella nuova area sindacale di LIA

LIA – CLAAI Bergamo – è un’associazione imprenditoriale che opera nell’interesse delle imprese associate. Sportello LIA è lo strumento semplice ed efficace per la tua impresa o attività. Un percorso guidato passo passo, di facile consultazione, nelle tematiche più frequenti attorno al mondo del lavoro.

Al suo interno troverai tutte le risposte utili per ciò che riguarda la gestione del rapporto di lavoro – dall’assunzione alla cessazione – oltre alle informazioni relative al welfare aziendale, ai contratti collettivi di lavoro e all’accesso agli sportelli bilaterali dedicati alla tua impresa.

speciale coronavirus

COVID-19 e LAVORO: Come comportarsi? Scopri qui tutti i dettagli e gli approfondimenti

Vai

Rapporti di lavoro

Qui puoi trovare sempre la soluzione più vantaggiosa: cerca le informazioni relative alle agevolazioni e a tutto ciò che riguarda la gestione del rapporto di lavoro con i tuoi dipendenti e collaboratori. Scopri in pochi passaggi guidati quali sono i benefici economici per le nuove assunzioni, la documentazione e le disposizioni normative per la gestione dei rapporti di lavoro in essere, o le soluzioni in caso di necessità di cessazione dello stesso.

Naviga tra la documentazione e le normative in base ad argomenti e categorie

Ricerca agevolazioni, disposizioni e soluzioni filtrandole in base alla fase del rapporto di lavoro: prima dell’assunzione, durante e in caso di necessità di cessazione del rapporto di lavoro.

internazionalizzazione

I processi di crescita all’estero possono essere un fattore fondamentale per lo sviluppo delle nostre aziende. L’internazionalizzazione, però, nasconde spesso insidie e richiede un approccio serio e consapevole di tutta l’organizzazione. Un percorso complesso e ambizioso che necessita di un supporto professionale con competenze specifiche.

Vai

Welfare aziendale

Dalla salute all’istruzione, dai buoni spesa e carburante alle attività di collaboratori e lavoratori dedicate al tempo libero. Scopri qui come migliorare la soddisfazione dei tuoi dipendenti con un piano welfare personalizzato per la tua impresa.

Vai

Gestione Sportelli

Un accesso guidato e facilitato agli sportelli degli Enti bilaterali dell’artigianato. Accedi rapidamente alle provvidenze rivolte a imprese e lavoratori.

Vai

News

17-05-2021 RIMOSSO L'OBBLIGO DI QUARANTENA PER GLI INGRESSI DA UE/SCHENGEN

in data 14/05/2021 sono state firmate due nuove ordinanze del Ministero della Salute, che modificano gli obblighi e le restrizioni per i rientri dall’estero. Le nuove normative sono in vigore fino al 30/07/2021.  Vi ricordiamo che sono ancora aperte le iscrizioni al Webinar che si terrà martedì 18/05/2021, durante il quale saranno trattati per cenni anche i temi riguardanti le trasferte in Svizzera, UK, Germania e USA, che sono tra le nazioni più gettonate in base ai quesiti ricevuti da TradeCube. Iscrizioni su https://mailchi.mp/liabergamo/trasferta21   Le informazioni che seguono sono puramente orientative e devono essere sempre verificate con quelle riportate sul sito   https://www.esteri.it/mae/it/ministero/normativaonline/decreto-iorestoacasa-domande-frequenti/focus-cittadini-italiani-in-rientro-dall-estero-e-cittadini-stranieri-in-italia.html Autodichiarazione obbligatoria  Verrà sostituita da modulo digitale di localizzazione del passeggero, previa adozione di circolare del Ministero della Salute   Chiunque faccia ingresso in Italia da paesi UE/Schengen, Regno Unito e Israele  Non è più tenuto alla quarantena di 5 gg  deve comunicare il proprio ingresso al Dipartimento di prevenzione dell’Azienda Sanitaria locale di riferimento e presentare la certificazione verde Covid19 da cui risulti di essersi sottoposto, nelle 48 ore antecedenti all’ingresso nel territorio nazionale, a tampone (test molecolare o antigenico) risultato negativo  Il sito esteri.it precisa che nelle more del rilascio della certificazione verde resta valido il certificato di tampone negativo  Chi non presentasse il tampone negativo è obbligato a 10 gg di quarantena e a test al termine della stessa    Chiunque faccia ingresso in Italia e abbia soggiornato o transitato, negli ultimi 14 gg, da paesi diversi dai precedenti, salvo Brasile, India, Bangladesh e Sri Lanka  Il test molecolare o antigenico deve essere effettuato entro le 72 ore antecedenti l’ingresso in Italia  Restano fermi gli obblighi di quarantena di 10 gg e di nuovo test al termine della stessa    Eccezioni (pertinenti alle trasferte di lavoro) da test e quarantena  chiunque faccia ingresso in Italia per un periodo non superiore alle centoventi ore per comprovate esigenze di lavoro  personale di imprese ed enti aventi sede legale o secondaria in Italia per spostamenti all’estero per comprovate esigenze lavorative di durata non superiore a centoventi ore    Chiunque faccia ingresso in Italia e abbia soggiornato o transitato, negli ultimi 14 gg, da Brasile, India, Bangladesh e Sri Lanka  E’ soggetto a divieti d’ingresso, test e quarantena come da istruzioni riportate su sito esteri.it, senza eccezioni.  Restrizioni per il Brasile fino al 30/07/2021  Restrizioni per India, Sri Lanka e Bangladesh fino al 30/05/2021    Voli Covid-tested  Le relative autorizzazioni sono state estese a Canada, Giappone, Stati Uniti d'America (aeroporti internazionali di Atlanta, Boston, Chicago, Dallas, Los Angeles, Miami, New York “John Fitzgerald Kennedy'' e "Newark Liberty'', Philadelphia, Washington DC), Emirati Arabi Uniti.  Gli aeroporti italiano coinvolti sono Roma Fiumicino, Milano Malpensa, Napoli Capodichino, Venezia Marco Polo.  Le persone in arrivo in Italia con voli Covid tested sono esonerate dagli obblighi di quarantena  L’operatività dei voli è da verificare con le singole compagnie aeree La disciplina dei voli “covid Tested” sarà in vigore fino al 30/10/2021 

03-05-2021 IMPRESE CHE ESPORTANO IN SVIZZERA

Dal 1 maggio 2021 per le esportazioni in Svizzera non è più ammessa l'emissione dell'EUR.1 previdimato; per tutte le altre destinazioni la scadenza è stata posticipata al 31/07/2021.  Questo significa che l'emissione dell'EUR.1 per la Svizzera sarà soggetta a un'istruttoria da parte delle dogane, che mirano a verificare che l'origine sia stata correttamente attribuita e documentata. Questo potrebbe comportare un allungamento dei tempi e maggiori costi per il rilascio.    La novità non riguarda:  chi avesse già ottenuto lo status di "esportatore autorizzato", che appone la dichiarazione d'origine in fattura indipendentemente dall'importo   le forniture di importo non superiore a € 6.000, per le quali è tuttora ammessa la dichiarazione d'origine in fattura    ATTENZIONE: l'apposizione della dichiarazione d'origine in fattura non esenta l'esportatore dall'accurata documentazione dell'origine preferenziale, secondo la regola stabilita dall'accordo di libero scambio.    Chi non avesse lo status di esportatore autorizzato può continuare a dichiarare l'origine preferenziale con il modello EUR.1: dovrà solo tenere conto del fatto che i tempi si possono allungare. Invitiamo quindi chi si trova in questa situazione a contattare per tempo lo spedizioniere che seguirà l'operazione doganale per poter produrre tutta la documentazione necessaria evitando perdite di tempo.    Ricordiamo che la richiesta dello status di esportatore autorizzato presuppone un audit in azienda da parte della Dogana, finalizzato a verificare che l'azienda sia strutturata per l'attribuzione e documentazione dell'origine preferenziale e che le risorse siano adeguatamente formate.   LIA Bergamo, in collaborazione con il partner TradeCube accompagna le aziende in questo percorso, erogando la formazione necessaria e assistendole nella stesura delle procedure di compliance.